Staff

 

Ciao! Sono Elena Stampa e “Listen to your dog” è un invito ad ascoltare il tuo cane.
Tutti sanno che i cani non usano le parole per comunicare, quindi immagino che ti starai chiedendo come fare!
La chiave è l’osservazione. Osservando il suo comportamento infatti potrai scoprire quali sono i bisogni e i desideri del tuo cane.
Il mio ruolo è quello di fare da tramite tra te e lui, insegnandoti a comprendere il suo linguaggio e a comunicare in modo efficace.

I miei servizi non sono standardizzati, ma su misura. Per questo motivo la fase di osservazione, ascolto e raccolta dati sono fondamentali per poi poter fornire un servizio completamente personalizzato, attento alle richieste e ai bisogni di tutti i componenti della famiglia.

Seguo un approccio di tipo cognitivo-relazionale e utilizzo il rinforzo positivo come tecnica di addestramento.

In parole semplici il mio modo di operare si basa su questi principi:
– il cane è un animale in grado di provare emozioni ed elaborare pensieri;
– il proprietario instaura con il cane una relazione che ne influenza il carattere e il comportamento;
– il modo migliore per insegnare è mettere l’allievo nella condizione di fare la scelta giusta e gratificarlo quando ci riesce.

Mi rivolgo ai cani con gentilezza e chiarezza, evitando l’uso della violenza, della coercizione o dell’intimidazione.

Le mie compagne di vita e di lavoro sono Lyra e Farrah, due fantastiche esemplari di Jack Russell Terrier.

Lyra è determinata, sensibile, coraggiosa, intraprendente.
Farrah è buffa, paziente, dolce, curiosa.

Quando è possibile e opportuno mi accompagnano durante le lezioni per aiutare dando sostegno al cane timido, un fermo al cane prepotente, o un buon esempio a chi ha ancora tanto da imparare.

Conosco a fondo le caratteristiche delle diverse tipologie di cani, consapevole che la razza non determina soltanto un particolare aspetto fisico ma soprattutto quello caratteriale e attitudinale.

Amo particolarmente i cani da caccia, condivido appieno il loro trovarsi a proprio agio nei boschi e in campagna, il loro bisogno di libertà. Con loro si può instaurare un legame molto profondo visibile solo a chi sa guardare attentamente. La loro idea di vicinanza così diversa dalla nostra, che sa prescindere dallo spazio, ci insegna ad amare nel modo più genuino e a non dare nulla per scontato.
http://aicec.org/

Se vuoi più informazioni riguardo alla mia formazione, clicca qui per leggere il mio CV.