3 novembre 2015

Guida alla scelta del servizio per cani

 

Negli ultimi anni si è visto un massiccio aumento dei servizi dedicati ai cani, questa piccola guida ti sarà utile per capire quale servizio stai cercando.
Non esiste una tipologia di servizio migliore o peggiore delle altre, piuttosto una serie di soluzioni tra cui cercare quella che si adatti meglio alle esigenze tue e del tuo pet.

BARK fornisce parte di questi servizi, visita la sezione servizi per maggiori informazioni.

PENSIONE IN BOX

Il cane viene alloggiato in un box singolo oppure assieme ad altri cani appartenenti allo stesso gruppo famigliare. All’interno del box saranno sempre disponibili acqua fresca ed un riparo dove riposare.
La dimensione del box, la presenza o meno di una parte esterna recintata adiacente al box, il numero di uscite giornaliere (al guinzaglio o nelle apposite aree) dipende dal servizio offerto dalla pensione.
Generalmente gli animali non restano a lungo senza supervisione perché chi si occupa della pensione è presente per la maggior parte del tempo e svolge le attività di pulizia dei box o di accudimento dei cani.

Essendoci la possibilità di contenere il cane in un box generalmente le pensioni sono in grado di accogliere cani aggressivi o poco socievoli nei confronti di cani e persone. In ogni caso va verificata la disponibilità del gestore della pensione a prendersi questa responsabilità.

In alcune pensioni i cani socievoli hanno modo di passare del tempo insieme ai loro simili in aree verdi dedicate.

Si raccomanda un graduale inserimento del cane in pensione per dargli il tempo di ambientarsi e di associare il soggiorno ad emozioni positive, onde evitare che si senta abbandonato. L’inserimento ha una durata che varia a seconda del soggetto e prevede che il proprietario trascorra del tempo in pensione con il cane, per poi lasciarcelo inizialmente per tempi brevi che poi vengono gradualmente allungati.

PRO:

– Possibilità di ospitare cani poco socievoli o aggressivi nei confronti di cani o persone.
– Possibilità di fare trascorrere al cane del tempo in compagnia di altri cani in libertà.
– Indicato per lunghi soggiorni
– I cani trascorrono poco tempo da soli
– Non è necessario che il gestore della pensione visiti il domicilio del cane

CONTRO:

– E’ necessario un periodo di inserimento, quindi il servizio non è adatto in caso si abbia necessità di trovare una soluzione in breve tempo.
– Cani che soffrono di ansia o problemi di distacco saranno difficilmente in grado di stare in box
– Cani malati che hanno bisogno di essere monitorati trascorreranno del tempo senza supervisione, soprattutto durante la notte.
– Il cane dovrà adattarsi ai nuovi orari e regole della pensione.

PENSIONE CASALINGA

I cani vengono ospitati nell’abitazione del gestore della pensione in cui stanno liberi eccetto nei momenti in cui venga ritenuto necessario dividerli con cancelletti nelle diverse stanze (momento dei pasti, assenza di supervisione, inserimento di un nuovo cane).
Spesso soggiornano in pensione più cani contemporaneamente quindi è necessario che il cane sia ben disposto a convivere con i suoi simili.
Acqua fresca e un luogo dove riposare saranno sempre a disposizione degli animali.

Il numero di passeggiate al guinzaglio o di momenti di libertà in aree verdi dipende dal servizio offerto dalla pensione.

In caso di incompatibilità con gli altri cani che soggiornano in pensione il gestore può rifiutarsi di ospitare il cane.

E’ necessario un graduale inserimento del cane in pensione per dargli il tempo di ambientarsi e di associare il soggiorno ad emozioni positive, onde evitare che si senta abbandonato. L’inserimento ha una durata che varia a seconda del soggetto e prevede che il proprietario trascorra del tempo in pensione con il cane, per poi lasciarcelo inizialmente per tempi brevi che poi vengono gradualmente allungati.

Per una più semplice gestione dei cani è possibile che non vengano accettati animali non sterilizzati.

PRO:

– In pensione casalinga si respira un’aria familiare, che ricorda la sistemazione di casa
– Il cane trascorrerà la maggior parte del tempo assieme a cani e persone
– Possibilità di lasciare il cane malato dove venga monitorato spesso con somministrazione di farmaci negli orari prestabiliti
– Non è necessario che il gestore della pensione visiti il domicilio del cane
– Indicato per lunghi soggiorni

CONTRO:

– Non vengono ospitati cani aggressivi o problematici nei confronti di cani o persone
– Il cane potrebbe essere lasciato solo in alcuni momenti della giornata
– E’ possibile che non vengano accettati cani non sterilizzati
– Il cane dovrà adattarsi ai nuovi orari e regole della pensione.

DOG SITTING A DOMICILIO

Il servizio di Dog Sitting si svolge presso l’abitazione del cane.
Il Dog Sitter si recherà negli orari e per il tempo prestabilito in accordo col proprietario per accudire l’animale ovvero tenergli compagnia, farlo giocare, spazzolarlo, somministrargli acqua e cibo.

Nel caso di brevi assenze del proprietario (6 ore al massimo) è il servizio più indicato per cani che hanno problemi a restare da soli in casa, ad esempio cani appena adottati o con problemi di separazione.
Per lunghe assenze invece (uno o più giorni), è necessario che il cane sia in grado di stare serenamente da solo in casa, poiché il dog sitter andrà a fargli visita solo in alcuni momenti della giornata.

Prima dell’inizio del servizio è consigliabile fare un incontro conoscitivo in modo che cane e dog sitter possano prendere confidenza l’uno con l’altro.
In caso di cani timorosi o particolarmente territoriali, saranno necessari più incontri in modo che il cane abbia il tempo necessario per conoscere sufficientemente il dog sitter.

Il cane, rimanendo nella sua abitazione, potrà conservare i suoi orari e la maggior parte delle sue abitudini.

Il servizio non prevede il pernottamento.

PRO:

– Il cane rimane nel suo ambiente di vita, mantenendo orari ed abitudini
– Il cane potrà godere di una tranquilla passeggiata nella sua zona abituale.
– Soluzione particolarmente indicata per brevi assenze del proprietario.
– Possibilità di fare uscire più cani della stessa famiglia contemporaneamente.
– In caso di brevi assenze del proprietario il cane con problemi di separazione non verrà mai lasciato solo.
– Il servizio è disponibile anche per cani con problemi di aggressività verso cani o persone
– E’ una soluzione semplice e veloce: nella maggior parte dei casi è sufficiente solo un incontro conoscitivo per iniziare il servizio.
– In caso di brevi assenze del proprietario il cane malato potrà essere costantemente monitorato.
– In caso di lunghe assenze del proprietario si potrà usufruire del servizio più volte al giorno o per più giorni.

CONTRO:

– Al Dog Sitter dovranno essere affidate le chiavi dell’abitazione
– In caso di lunghe assenze del proprietario il cane malato non potrà essere costantemente monitorato.
– Il cane resterà solo durante la notte.
– In caso di lunghe assenze del proprietario il cane passerà del tempo da solo.

ASILO PER CANI

L’asilo ospita diversi cani contemporaneamente per mezza o l’intera giornata.
L’alloggio dei cani, le aree verdi e le attività proposte variano a seconda della struttura.

E’ necessario un graduale inserimento del cane nella struttura per far sì che prenda confidenza con l’ambiente, con gli operatori e coi cani.

In genere i cani che frequentano l’asilo sono clienti abituali per cui il gruppo di cani che si trova a convivere è abbastanza stabile.

PRO:

– Generalmente il cane ha la possibilità di interagire con i propri simili e fare attività
– Il cane non resta a casa da solo mentre il proprietario è fuori casa
– Il cane di norma non passa molto tempo da solo
– Particolarmente adatto per cani che soffrono la solitudine

CONTRO:

– Negli asili generalmente non sono ammessi cani aggressivi
– Normalmente gli orari di ingresso e uscita degli ospiti sono abbastanza rigidi
– Ove non è previsto il servizio taxi, il proprietario dovrà accompagnare e riprendere il cane all’asilo
– L’attenzione degli operatori è divisa tra più cani contemporaneamente

 

 

Articolo scritto da: Elena Stampa

Filed under:Approfondimenti
Author: